Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:00 a 12:00

e-gov 2012: il piano “impresa in un giorno” e il portale imprese [ EG.4 ]

Il portale è gestito da Unioncamere, in collaborazione con il CNIPA, per mettere a disposizione delle imprese un punto unitario per la presentazione delle istanze relative all’intero ciclo di vita dell’impresa. Il progetto da così attuazione all’art. 38 della legge n. 133/08 che consente ai comuni che non hanno ancora istituito gli Sportelli unici per le attività produttive (SUAP) di delegare l’attività alle Camere di commercio. Il convegno servirà a dar conto dell’iniziativa e del suo start-up e coinvolgerà amministrazioni, imprese, camere di commercio. Coordina Giuseppe Tripoli.

Programma dei lavori

Introduzione al tema del giorno:sportello unico e informatizzazzione comunale

Il portale "impresa.gov" e il progetto "Impresa in un giorno" rappresentano due iniziative per stimolare l'attività delle imprese. Il primo progetto nasce nel 2003 a seguito di un protocollo di intesa tra Ministero dell'Innovazione, Ministero delle Attività Produttive e Unioncamere ed ha l'obiettivo di facilitare la trasmissione di informazioni della PA per le imprese e di offrire alcuni servizi in via telematica. La seconda iniziativa riprende il progetto dello Sportello Unico, affidato inizialmente ai Comuni. Visti i numerosi problemi dovuti alla scarsa informatizzazione degli enti preposti, con l'attuale progetto si è dato un ruolo maggiore alle Camere di commercio e al portale stesso.

Aspetti tecnico-organizzativi del portale

Il portale imprese nasce con l'obiettivo di creare un punto unico di accesso per le imprese dove trovare, non semplici informazioni, ma servizi utili all'avvio e alla costituzione di un'impresa. Il portale rappresenta il luogo virtuale in cui interagiscono enti differenti coinvolti nelle operazioni e in cui è possibile effettuare varie transazioni. La Alterisio fa inoltre il punto sulla situazione in Italia rispetto alla direttiva europea nell'ambito dei servizi del mercato interno e fornisce indicazioni su come il paese può allinearsi alle norme europee.

Comodità dell'informazione delle procedure di costituzione societarie. La necessità di migliorare l'intera operabilità dei dati.

Oggi la costituzione di un'impresa avviene in tempi estremamente brevi rispetto a quanto accadeva qualche anno fa. Questo è stato possibile grazie alla riforma del diritto societario e alla dematerializzazione del registro delle imprese. Esistono due momenti distinti nella costituzione di un'impresa: l'atto notarile e l'iscrizione al registro d'impresa e l'avvio effettivo all'attività. La comunicazione unica ha l'obiettivo di integrare ancora di più queste due fasi al fine di velocizzare le operazioni da compiere. E' importante, anche, rendere i sistemi informatici più comunicanti tra loro per ottenere una maggiore interoperabilità e circolarità dei dati evitando così duplicazioni inutili.

Importanza della standardizzazione delle procedure (applicate a tutti) e l'aumento della competitività

Dal 1998 ad oggi la realizzazione dello Sportello Unico non risulta del tutto completa anche se esistono esperienze positive in alcune regioni. Le maggiori difficoltà per l'attuazione della normativa in materia di Sportello Unico risiedono prevalentemente nella divisione delle competenze tra gli enti e organi interessati: Stato, Regioni, Comuni e Camere di Commercio. Secondo la Unioncamere diventa necessario standardizzare i procedimenti a livello nazionale per creare un sistema semplificato e aumentare così la competitività delle aziende e soprattutto delle piccole e medie imprese.

L'esempio della Regione Toscana

La Regione Toscana ha avvertito da parte delle aziende il bisogno di chiarezza relativamente alle procedure da seguire per l'avvio di un'attività imprenditoriale. Per soddisfare questa esigenza, si è deciso di affrontare il problema dell'enorme "macchinosità" procedurale partendo dal punto di vista legislativo e dell'efficienza organizzativa. Attraverso un lavoro capillare sul territorio, la Regione ha creato una piattaforma dei servizi contenente delle schede informative su circa 500 attività economiche relative a specifiche azioni che un'azienda deve compiere per l'avvio della propria attività.

Tutela e incentivi per la concorrenza con particolare attenzione alle piccole e medie imprese e alla loro attuale difficoltà nell'attuale crisi economica. Descrizione del metodo europeo.

La riduzione degli oneri burocratici e una maggiore semplificazione normativa per la gestione economica dell'impresa rappresentano i fattori principali per creare maggiore competitività tra le aziende e soprattutto per le piccole e medie imprese. Gianfranco Vecchio fa il punto sullo Sportello unico e sulle competenze delle parti coinvolte.
Torna alla home