Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:00 a 17:00

Il governo del territorio e della fiscalità legata ai beni immobiliari: azioni di sistema ed esperienze in atto [ T.12 ]

I temi del governo del territorio e della fiscalità legata ai beni immobiliari sono sempre più all’ordine del giorno e si fa sempre più evidente il bisogno di riformare il rapporto esistente tra le trasformazioni territoriali urbanistiche ed edilizie e la connessa imposizione fiscale attraverso un azione concertata che coinvolga lo Stato e le autonomie locali. Nell’attuale contesto di difficoltà di bilancio degli EE.LL., che può tradursi in un impatto negativo sulla qualità dell’azione amministrativa, è più che mai necessario ritrovare chiarezza del senso di marcia, attuare un cambiamento del modello di sviluppo ed investire fortemente in azioni di “innovazione e razionalizzazione”: dei processi, dei procedimenti amministrativi e degli strumenti organizzativi e gestionali della pubblica amministrazione, verso la semplificazione e la massima cooperazione, anche tra pubblico e privato. Per attuare una sfida di questa portata con un livello di automazione, integrazione ed interoperabilità tra sistemi distribuiti, serve un deciso salto di qualità nell’organizzazione e nella capacità di leggere ed interpretare correttamente queste informazioni. Serve ugualmente progredire nello studio del modello da implementare per dare maggiore efficacia alla decisione politica ed ai procedimenti amministrativi legati al catasto e la fiscalità. Servono, infine, prodotti e servizi moderni, cioè strumenti applicativi che supportino efficacemente la pianificazione urbanistica ai diversi livelli, il monitoraggio e il controllo dei processi di trasformazione edilizia, il recupero strutturale dell'elusione e dell'evasione fiscale legata agli immobili. Per tutto questo è fondamentale dare luogo a progetti condivisi e co-partecipati tra Regione ed Enti Locali, che creino un nuovo paradigma di Amministrazione, centrata sulla cooperazione, non solo tecnologica, fra i diversi livelli istituzionali ed orientata ad un’interazione parimenti innovativa con i cittadini, basata su tecnologie informatiche e telematiche, ma soprattutto basata su una reale semplificazione dei processi.

Programma dei lavori

Governo del territorio e della fiscalità: quali alleanze sono possibili?

Carlo Mochi Sismondi modera il convegno e introduce il tema dell’incontro e i relatori, che rappresentano la PA centrale, il sistema regionale e il sistema comunale, ovvero tutti e tre i livelli interessati al tema del governo del territorio e della fiscalità, in particolare legata ai temi immobiliari. Obiettivo dell’incontro: definire quali sono le azioni di sistema e le esperienze in atto e quali sono le ulteriori sinergie possibili tra le diverse sfere di governo.

Governo del territorio e fiscalità locale: cosa cambia con i progetti ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS

La relazione illustra alcuni strumenti previsti dai progetti "ELI-CAT- Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa", "ELI-FIS - Federalismo Fiscale: integrazione banche date locali e Nazionali e Cruscotti per la fiscalità" e “FED_FIS - Federalismo Fiscale - Servizi integrati per la fiscalità locale e nazionale”, tutti finanziati all’interno del Programma Elisa (Enti locali innovazione di sistema) gestito dal PORE (Progetto Opportunità delle Regioni in Europa). Nella relazione si parla delle nuove opportunità offerte dal MUDE (Modello Unico dell’Edilizia - previsto dalla legge 80/2006 e non ancora realizzato) e dall’Anagrafe comunale degli immobili (ACI) per un maggiore controllo dell’Ente sul territorio. Viene definita l’Anagrafe SOR (Soggetti, Oggetti e Relazioni), che integrando banche dati diverse consentirà di analizzare e incrociare dati in possesso dell’Ente (Anagrafe della popolazione, SIT, DB Topografico, ICI, TARSU, Attività Produttive, ACI) e delle Agenzie statali (Agenzia delle Entrate e Agenzia del Territorio). Si illustrano le modalità di realizzazione di datawarehouse a supporto di cruscotti utili alla ricerca dell’evasione ed elusione dei tributi locali ed erariali e per le attività di governo della fiscalità locale.

Il Portale dei pagamenti del Comune di Roma

La relazione illustra i servizi offerti dalla sezione del sito web del Comune di Roma dedicata ai pagamenti. Un’esperienza avviata nel 2000 e che oggi potrebbe essere messa a fattor comune con altre amministrazioni. Obiettivo del Portale dei pagamenti del Comune di Roma è favorire la trasparenza e la semplificazione degli adempimenti dei cittadini in materia di fiscalità, consentendo di pagare in modo comodo e semplice, grazie a sportelli virtuali disponibili ovunque. Il sistema consente il pagamento on line dei tributi, come ICI (Imposta comunale sugli immobili), COSAP (Canone Occupazione Spazi e Aree Pubbliche) e ICP (Imposta Comunale Pubblicità), ma anche delle contravvenzioni e dei servizi scolastici. È stata introdotta di recente anche la modalità di pagamento attraverso RID on line e Sportelli ATM.

Attività dell’Agenzia del territorio e prospettive di sinergia con gli Enti locali

Sono molte le competenze e le attività dell’Agenzia del Territorio: governo di una serie di banche dati (catasto terreni e catasto fabbricati); governo del territorio attraverso l’andamento del mercato immobiliare; governo attraverso l’aspetto fiscale (le azioni dell’Agenzia per il riclassamento e l’aggiornamento delle rendite catastali incidono anche nella determinazione fiscale del valore del bene immobile). Tutte queste attività potrebbero vedere moltiplicato il loro valore e la loro efficacia se fossero realizzate in massima collaborazione e sinergia con i Comuni e con gli Enti locali più in generale. Un esempio è l’attività di riclassamento delle microzone urbane realizzata col Comune di Milano: sono state identificate quattro microzone centrali dove molti immobili avevano un vecchio accatastamento, ma in realtà, per tipologia e ubicazione, avevano tutte le caratteristiche per avere un altro tipo di inquadramento. Sono stati notificati circa 20mila avvisi di accertamento e si è ottenuto un importante recupero di risorse per il Comune di Milano, che ha messo a bilancio 15 milioni di euro per il 2009. E ancora, la sinergia è fondamentale per l’interscambio di dati, per far interloquire le diverse banche dati e per aggiornarle.

Governo del territorio e fiscalità locale: il ruolo delle Regioni

Quale compito svolgono le Regioni nel governo del territorio e della fiscalità? Prima di tutto le Regioni devono supportare, in piena alleanza, sinergia e condivisione di percorsi e processi, i Comuni del proprio territorio nello svolgimento delle funzioni loro assegnate. Le Regioni, quindi, devono svolgere un’azione di sistema che permetta a tutti i Comuni, anche i più piccoli, di governare al meglio il territorio e la fiscalità. Questo il nodo principale evidenziato da Rossella Bonora, che accenna poi all’esperienza e al ruolo delle Regioni nell’ambito dei progetti catasto e fiscalità (ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS) finanziati all’interno del Programma Elisa, e all’Accordo di cooperazione sulla gestione dell’informazione territoriale siglato tra Regione Emilia Romagna e Comuni del terrritorio.

L’esperienza dei piccoli Comuni toscani nel progetto ELI_FIS

In Toscana molti piccoli Comuni sono rappresentati dal sistema delle Comunità montane, che si assume l’onere di gestire eventi di governo del territorio difficili da controllare per i piccoli Comuni. La relazione parla dell’esperienza che ha portato UNCEM Toscana a partecipare ai progetti ELI-CAT ed ELI-FIS, promossi all’interno del Programma Elisa e finalizzati alla creazione di un sistema di catasto e fiscalità locale moderno ed efficiente. In particolare, UNCEM Toscana ha proposto Fabbriche di Vallico (piccolo Comune montano di 500 abitanti) come comune pilota per gestire il progetto ELI_FIS, di cui Terni è capofila. La Regione Toscana ha assunto il ruolo di stazione appaltante per il Comune di Fabbriche di Vallico, che ha portato dentro al sistema della fiscalità complessiva della regione moduli e servizi di ELI_FIS.

Le proposte dei Comuni per il modello unico digitale dell’edilizia

La definizione e realizzazione del MUDE (Modello Unico dell’Edilizia - previsto dalla legge 80/2006) si inserisce all’interno del progetto “ELI_CAT - Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa”, finanziato nell’ambito del Programma Elisa. La relazione presenta la proposta avanzata dall’ANCI all’interno del Comitato che ha il compito di definire uno studio di fattibilità per il MUDE. Si parla del MUDE come di una “scheda anagrafica di un bene immobile, utilizzata per la registrazione degli eventi che ne realizzano o modificano le caratteristiche e che incidono sugli aspetti autorizzativi edilizi o immobiliari, con una struttura dati atta all’interscambio delle informazioni, con il fine di garantire l’aggiornamento dell’Anagrafe degli Immobili (Nazionale e Comunale).” Insomma, un documento digitale che risponda a esigenze di integrazione delle informazioni e di semplificazione amministrativa.

Catasto e fiscalità locale: i progetti ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS

La relazione presenta tre progetti finalizzati alla creazione di un sistema di catasto e fiscalità locale moderno ed efficiente, basato su un unico modello architetturale. Si tratta dei progetti "ELI_CAT- Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa", "ELI_FIS - Federalismo Fiscale: integrazione banche date locali e Nazionali e Cruscotti per la fiscalità" e “FED_FIS - Federalismo Fiscale - Servizi integrati per la fiscalità locale e nazionale”, co-finanziati dagli enti partecipanti e dal Programma ELISA (Enti locali innovazione di sistema) del PORE (Progetto Opportunità delle Regioni in Europa), con un investimento complessivo di 20 milioni di euro in tre anni (2009-2011). I progetti vogliono rispondere alle nuove esigenze che il federalismo fiscale comporta per i Comuni e gli enti locali. Un contesto nuovo che richiede: un maggiore livello di automazione; lo sviluppo della cooperazione applicativa con Agenzie delle Entrate e del Territorio; nuove regole per l’accatastamento; la semplificazione dei rapporti con il contribuente; un miglioramento dei sistemi di riscossione coattivi, ma anche uno stimolo alla riscossione volontaria. La relazione illustra le sfide principali che i tre progetti devono affrontare e i prodotti/servizi che si stanno sviluppando all’interno di ogni progetto.

Un’idea delle Regioni su territorio e fiscalità per un progetto di ampio respiro

La relazione presenta il progetto interregionale “Territorio, Catasto e Fiscalità”, un’idea delle Regioni per un’azione di ampio respiro, con l’obiettivo di sviluppare di pari passo tecnologie, organizzazione dei processi e normativa di competenza. Le Regioni hanno voluto essere accanto agli Enti locali impegnati nei progetti del Programma Elisa. Si è arrivati quindi alla definizione di un Progetto coerente con quello degli Enti locali, secondo un modello che si basa su cooperazione, armonizzazione di competenze e dei dati in una logica di governo. La relazione illustra il contesto istituzionale e le priorità individuate in tre settori: edilizia (catasto), territorio (cartografia) e tributi (finanza).
Torna alla home